I monumenti e i palazzi storici di Bologna

La storia e l'arte a Bologna

Piena di suggestivi scorci e di attrazioni monumentali, sono veramente tanti i posti e i luoghi da visitare, a partire da Piazza Maggiore fulcro della attività sociali, economiche e politiche. Il prospetto attuale risale al XVI secolo e si possono ammirare alcuni dei più notevoli e rappresentativi edifici della città.

Sul versante meridionale si trova la maestosa Basilica di San Petronio, in onore del vescovo patrono. Malgrado i lavori siano stati intrapresi e continuati a partire dal XIV secolo, la costruzione della struttura non venne mai portata a termine. Per le imponenti dimensioni che ricopre è considerata la sesta chiesa più grande d'Europa, oltre ad essere uno degli ultimi esempi dell'architettura gotica italiana. La facciata principale appare chiaramente incompiuta e raggiunge i 51 metri di altezza. Gli interni sono suddivisi in tre navate che racchiudono celebri opere d'arte, realizzate da altrettanti rinomati artisti.

A ovest di Piazza Maggiore c'è il Palazzo Comunale, costruzione risalente al periodo trecentesco, insieme ai Palazzi d'Accursio e Legato mentre sul lato orientale, lo stile cinquecentesco è declinato nel Palazzo dei Bianchi. Il portico denominato Pavaglione lo collega con un'altra importante costruzione: l'Archiginnasio, prima sede dell'università di Bologna e attualmente Biblioteca Comunale. Commissionato da papa Pio IV, si sviluppa su due piani e comprende un ampio cortile interno, definito da due settori di logge. Di fronte, la Fontana di Nettuno attira l'attenzione per le dimensioni della grande statua di rame che domina la visuale circostante dal 1565. A nord le facciate principali del Palazzo del Podestà, Palazzo del Re Enzo e infine del Palazzo del Capitano del Popolo, chiudono e definiscono lo spazio.

Vero e proprio museo a cielo aperto, Bologna si contraddistingue per gli svariati chilometri di portici, costruiti nel corso dei secoli. Una tradizione architettonica nata in epoca medievale e tramandata successivamente, definendo l'aspetto di tutto il centro urbano. Tra i più antichi si annoverano quelli di Casa Isolani e di Palazzo Grassi; in stile rinascimentale sono invece i portici della Basilica di San Giacomo Maggiore, del Palazzo Arcivescovile e delle case Reggiani-Seracchioli.

Alte, dominanti e protagoniste assolute del paesaggio urbano, sono certamente le torri della città. In passato se ne contavano più di cento, ma oggi ne sono rimaste all'incirca una ventina. La più famosa e alta è la Torre degli Asinelli: risale al XII secolo, raggiunge i 97 metri, conta 498 gradini ed è uno degli edifici più conosciuti di Bologna. La seconda per altezza è la Torre Prendiparte o Coronata, con i suoi 60 metri.

Scopri Bologna